Consulenza per packaging ed engineering imballaggi

La quasi totalità delle aziende manifatturiere ha la necessità di assicurare l’integrità del proprio prodotto, per tutto il tragitto tra il luogo di produzione ed il luogo di consumo, proteggendolo dai danneggiamenti accidentali, dalle impurità e dagli agenti esterni, nonché di permetterne la corretta identificazione ed una efficace promozione commerciale.

Per ogni impresa “il prodotto” non è quindi rappresentato esclusivamente dall’oggetto che verrà acquistato/utilizzato dal Cliente Finale, bensì dal “sistema prodotto imballato”, poiché concretamente sarà quest’ultimo, nel suo insieme, a dover possedere la somma dei requisiti necessari al raggiungimento degli obiettivi qualitativi prefissati dall’Azienda.

Obiettivo imprescindibile è pertanto dotare il prodotto di un imballaggio in grado di fornire il giusto grado di protezione e visibilità al minimo costo complessivo (materiale, confezionamento, distribuzione).

Best2B mette a disposizione dei propri Clienti la competenza specifica del Team Packaging, comprovata da oltre trent’anni di esperienza “sul campo”, maturata supportando le maggiori realtà nazionali per:

  • Eseguire l’analisi tecnico-economica dell’intero processo che genera il prodotto imballato, individuandone criticità e soluzioni alternative (materiali, tempi, gestione stoccaggio, trasporti, rotture)
  • Misurare, valutare ed eventualmente intervenire sull’Indice di Fragilità del Prodotto
  • Effettuare un’adeguata e mirata analisi dei rischi della specifica distribuzione aziendale
  • Definire test proprietari di trasportabilità (in compliance alle norme ISO 4180/9 e successive), che tengano conto delle specificità distributive e del valore del prodotto, tesi a validare l’efficacia dell’imballaggio
  • Supportare il Cliente nello sviluppo dell’imballaggio economicamente ed ambientalmente ottimale, valutando ipotesi di meccanizzazione e/o unificazione con altri prodotti.

Il “prodotto imballato” ha un impatto trasversale su molte fasi della supply chain e, conseguentemente, su distinte funzioni aziendali: R&D, Pianificazione, Qualità, Acquisti, Marketing, documentazione, Produzione, warehousing, trasporti, Customer care.

Alcuni parametri caratteristici del prodotto imballato influenzano in maniera sostanziale, durante la distribuzione, le modalità di handling, ed in linea di massima si possono riassumere:

  • nel peso lordo
  • nelle dimensioni di massimo ingombro
  • negli accorgimenti per la corretta ed agevole movimentazione
  • nella capacità dell’imballaggio di assorbire le sollecitazioni del trasporto e dello stoccaggio

L’imballaggio di spedizione è pertanto l’imprescindibile complemento necessario a mantenere inalterate le prestazioni del prodotto, salvaguardandone le peculiari caratteristiche di fragilità/robustezza ed imballabilità.

Tra i principali elementi condizionanti l’imballaggio troviamo quindi:

  • il peso e la massa volumetrica
  • le dimensioni della sagoma esterna e la posizione del centro di gravità
  • l’indice di fragilità del prodotto contenuto
  • il grado di imballabilità ed i cicli di prove di trasportabilità richieste
  • i volumi di produzione
  • le caratteristiche delle linee e dei processi di confezionamento
  • la tipologia di distribuzione prevista
  • le scelte di immagine grafica
  • la disponibilità e la qualità dei fornitori di imballaggi
  • i vincoli di sostenibilità ambientale
  • l’eventuale riutilizzo dell’imballaggio presso il Cliente Finale

La trasportabilità è la capacità del “prodotto imballato” di sopportare, senza danni per il prodotto, tutte le sollecitazioni generate durante le varie fasi della distribuzione e dello stoccaggio, a partire dal fondo linea dell’azienda produttrice sino al Cliente acquisitore/utilizzatore.

Essa è condizionata, oltre che dalle caratteristiche precedentemente citate, da molti altri aspetti, tra i quali:

  • le specifiche aree di mercato (modalità di distribuzione, sensibilità di vettori e clienti, etc)
  • i mezzi di trasporto e di handling utilizzati/utilizzabili
  • la distanza ed il tipo di tragitto dallo stabilimento di produzione al cliente finale (origine/destinazione)
  • le condizioni climatiche in cui incorre la spedizione
  • il numero di passaggi fra diversi vettori
  • la formazione del personale impiegato
  • varie combinazioni dei fattori precedenti

La gravosità dell’handling è tanto maggiore quanto più il prodotto è piccolo e distribuito a collettame, oggi sempre più frequentemente mediante corrieri espressi, ed è bene ricordare che scritte e disegni tipo “Fragile”, “Alto” etc. sono spesso ignorati dagli addetti alle operazioni di carico/scarico e, soprattutto, non costituiscono giustificazione sufficiente in casi di contenzioso con i vettori del trasporto.

Attenzione all’impatto ambientale

Le imprese sono obbligate per legge a immettere sul mercato imballaggi recuperabili (Riutilizzabili; Recupero energetico; Riciclabili; Recuperabilità organica) e di minimo impatto sull’ambiente.

A tal fine, con disposizioni nazionale ed europee, sono stabiliti i requisiti essenziali specifici per gli imballaggi a cui le imprese, nel proprio Sistema Qualità, si devono attenere.

Sebbene in Italia (oggi) non sia prevista una dichiarazione di conformità in proposito (sì invece in Francia, Inghilterra, Rep. Ceca), è indubbiamente un fattore qualificante per l’impresa poter documentare, in caso di controlli, il rispetto delle prescrizioni.

Come può l’azienda certificare tale rispetto ? Attraverso una adeguata attività di sviluppo, con la progettazione guidata dalle effettive funzionalità richieste e supportata da adeguati test e certificazioni, comprovanti la validità dell’intero processo.

Per qualsiasi approfondimento Vi invitiamo a contattarci, senza alcun impegno, utilizzando l’apposito “modulo di richiesta contatto”, cliccando sul bottone subito qui sotto, oppure su “CONTATTI”, nel menu principale.

Il nostro core-business è supportare le aziende nelle attività normalmente classificate no-core

Serve aiuto ?
Scrivici su Whatsapp !